Articolo 6: Assemblea

1. Il Consiglio direttivo indice in via ordinaria l’Assemblea con frequenza annuale dandone preavviso ai soci con almeno trenta giorni.
2. Il Consiglio direttivo ha la facoltà di indire l’Assemblea anche in via straordinaria dandone preavviso ai soci con almeno sette giorni.
3. L’Assemblea può essere indetta anche da almeno un quarto dei soci.
4. Sarà cura del Consiglio direttivo comunicare ai soci la convocazione dell’Assemblea a mezzo posta elettronica. È responsabilità del socio comunicare eventuali variazioni del suo indirizzo di posta elettronica affinché sia aggiornato nella base dati dei soci.
5. Il regolamento interno, emanato dal Consiglio direttivo prima dell’Assemblea, stabilisce sia le forme di rappresentanza, sia le modalità di votazione.
6. Per garantire la partecipazione e l’espressione del proprio voto a tutti i soci, il Consiglio direttivo potrà prevedere anche la possibilità di avvalersi di strumenti telematici: tali modalità devono comunque essere aderenti alla legge e allo statuto.
7. Fatta eccezione per quanto previsto dal comma seguente e dall’articolo 13 del presente statuto, le deliberazioni del Assemblea sono valide se prese a maggioranza semplice dei votanti.
8. L’Assemblea può anche deliberare l’eventuale scioglimento della CPI con la maggioranza dei tre quarti.
9. All’Assemblea compete l’elezione dei membri del Consiglio direttivo e del Collegio dei probiviri.
10. L’Assemblea approva il bilancio consuntivo e il bilancio preventivo.