Pirati e Global Warming

Il Pastafarianesimo è uno dei pochi culti in grado di unire la Fede e la Scienza.

Infatti, crediamo che l’Universo sia stato creato dal Prodigioso Spaghetto Volante, finché qualcuno non ci dimostrerà che abbiamo torto.

Anche i nostri abiti da cerimonia, gli indumenti pirata, seguono un principio scientifico.

Noi pastafariani ci vestiamo da pirati non solo perché è scritto nei nostri Testi Sacri che i Pirati sono il Suo Popolo Eletto. Per un altro culto qualsiasi, tanto basterebbe, ma per noi non è così: indossiamo abiti pirata anche perché sappiamo che il numero di pirati nel mondo è correlato al sempre più preoccupante fenomeno del surriscaldamento globale.

Questo rapporto è stato dimostrato dal nostro Profeta nella sua Lettera aperta del 2005 e nel successivo articolo “Piracy as a Preventor of Tropical Cycpis” (Henderson R., 2006 in The Gospel of the Flying Spaghetti Monster, Villard, New York): dagli inizi del IX secolo, l’aumento della temperatura media del nostro pianeta (e le disastrose conseguenze come lo scioglimento dei ghiacci, l’avanzata delle zone desertiche, l’aumento degli uragani, eccetera)  è stata accompagnata dalla diminuzione del numero di pirati.

Grafico di correlazione tra temperatura e pirati nel mondo (dal sito venganza.org)

Noi Pastafariani siamo pirati, quindi, anche perché il nostro riscoprirci tali ha effetti diretti sul clima circostante.

A livello nazionale, questo rapporto può essere dimostrato con ciclicità annuale: ogni anno sin dal 2012, infatti, gli adepti della Chiesa Pastafariana Italiana si concentrano in una località per qualche giorno, durante il Raduno Nazionale Pastafariano, con picchi che superano anche il centinaio di pirati tutti nello stesso luogo contemporaneamente.

La misurazione della temperatura del territorio circostante eseguita in un momento precedente (T1) al Raduno, confrontata alla misurazione svolta nel medesimo luogo in un momento successivo (T2), mostrerà una riduzione significativa della temperatura media.

 

Un esempio: Il VI Raduno Nazionale Pastafariano

Località: Marina di Massa (MS)
Periodo: 31 Agosto – 3 Settembre 2017
Numero di Pirati: 126 ca.

Confronto temperature*
Periodo di misurazione Temperatura Media
T1: Agosto 2017 27.1° C
T2: Settembre 2017 20.6° C
Differenza – 6,5

*Fonte: ilmeteo.it

Invitiamo scettici e miscredenti a realizzare confronti simili per gli altri Raduni.

Oltre a queste prove cicliche, molto semplici e alla portata di tutti,  i nostri Ministri di Culto hanno effettuato rilevazioni ben più rigorose, come l’esperimento sull’upwelling riportato nell’articolo “La pirateria nel Mediterraneo fa diminuire la temperatura del mare” (Mancini, A., Emme, C., F., A.M.R, 2012, in L’Osservatore Pastafariano, n. 0).

Alcuni momenti dall’esperimento del 2012

PER SAPERNE DI PIÙ:

Leggi “La pirateria nel Mediterraneo fa diminuire la temperatura del mare” e “Come i Pastafariani salveranno il mondo dai cambiamenti climatici” su L’Osservatore Pastafariano Online.